//NEGROAMARO SALENTO IGT 2014 – NORIE

NEGROAMARO SALENTO IGT 2014 – NORIE

8,50

  • Cantina: VIGNETI REALE
  • Annata: 2014
  • Regione: PUGLIA
  • Denominazione: NEGROAMARO SALENTO IGT
  • Vitigni: 100% NEGROAMARO
  • Alcol: 13%
  • Formato: 0,75l
  • Consumo ideale: 2016/2017
  • Temperatura di servizio: 18/20°C
  • Abbinamenti: PRIMI PIATTI A BASE DI RAGU’, CARNI ROSSE, FORMAGGI STAGIONATI
  • Occasioni di degustazione: PRANZO O CENA IN FAMIGLIA O CON AMICI
  • Voto di Liberrima: 3/5
  • Lo consigliamo perché: OTTIMO PER PRIMI PIATTI A BASE DI RAGÙ, ARROSTO ALLO SPIEDO, CACCIAGIONE E FORMAGGI STAGIONATI

38 disponibili

Product Description

Indicazioni di Degustazione
colore rosso rubino scuro con riflessi leggermente aranciati che tendono ad accentuarsi con l’invecchiamento
profumi: ampi e persistenti tendenti al vinoso
sapore: pieno, caldo, vellutato e con piacevole retrogusto amarognolo

Abbinamenti Consigliati
vino da ogni giorno, bene accompagna tutte le portate, dagli antipasti ai secondi non troppo impegnativi

La Cantina
l’azienda agricola reale si trova nel comune di cellino san marco, tra le province di brindisi e lecce. si estende su una superficie pianeggiante di 250 ettari, di cui circa 85 coltivati a vigneto e un centinaio a oliveto, il mar ionio è a 20 km a ovest, il mar adriatico a 10 km a est. l’escursione termica è garantita dai freschi venti marini che, nottetempo, sorvolano la penisola salentina.
le varietà presenti sono negroamaro, primitivo, chardonnay, malvasia bianca e nera, oltre ad alcuni vitigni internazionali che non sono ancora entrati in produzione.
la forma di allevamento dei vigneti è del tipo ‘a spalliera’, con un elevato numero di piante per ettaro, tra 4.700 e 5.300, a seconda della tipologia. un accorgimento che consente di limitare la quantità di grappoli per ceppo, arrivando ad una produzione per ettaro tra gli 8.000 e i 10.000 kg.
i porta innesti sono selezionati con molta cura, in base alle caratteristiche del suolo e alle affinità con le piante. sono poco vigorosi, quindi non esaltano troppo la rigogliosità della pianta e le impediscono di svilupparsi eccessivamente, permettendo dunque di mantenere molto alta la qualità delle uve prodotte.
i terreni aziendali sono classificabili come sabbio-limosi di colore rossastro, originati nel quaternario superiore, permeabilità medio-alta, poco o mediamente calcarei, con ph sub alcalino compreso tra 7 e 8,50 (media 7,75).
la cantina dista poche centinaia di metri dall’azienda agricola ed è dotata di tutte le attrezzature che la moderna tecnologia mette a disposizione per produrre vini moderni ed eleganti.
la bariccaia, per l’affinamento della riserva santa croce, è situata nel sottosuolo per una perfetta ambientazione termica.