Spedizioni

Lo spediamo in tutto il mondo!
//PIETRABIANCA 2016

PIETRABIANCA 2016

17,00

  • Cantina: TORMARESCA
  • Annata: 2014
  • Regione: PUGLIA
  • Denominazione: CHARDONNAY CASTEL DEL MONTE DOC
  • Vitigni: 90% CHARDONNAY, 10% FIANO DA AGRICOLTURA BIOLOGICA
  • Alcol: 13%
  • Formato: 0,75l
  • Consumo ideale: 2016
  • Temperatura di servizio: 12°C
  • Abbinamenti: MENU’ DI PESCE O CARNI BIANCHE
  • Occasioni di degustazione: PRANZO O CENA IN FAMIGLIA O CON AMICI
  • Voto di Liberrima: 4/5
  • Lo consigliamo perché: PRIMI PIATTI DI PESCE O CARNE, PESCI DI ALTA GASTRONOMIA, CARNI BIANCHE E FORMAGGI SEMISTAGIONATI.

12 disponibili

Product Description

Indicazioni di Degustazione
colore: giallo luminoso con tonalità verdoline.
profumo: al naso esprime numerosissime sfumature odorose che vanno dall’agrumato ai frutti esotici, a leggere sensazioni floreali (magnolia) e vanigliate.
sapore: sapido, fresco e minerale con note di legno molto lievi.

Abbinamenti Consigliati
si abbina perfettamente al pesce alla griglia, frutti di mare, zuppe di pesce

La Cantina

la tenuta sorge in agro di minervino murge, nell’area doc castel del monte, un territorio famoso per la natura selvaggia e per la sua devozione alla caccia, testimoniate entrambe dal suo più illustre estimatore: federico ii di svevia. i vigneti crescono a circa 300 metri s.l.m. in piena murgia, un’ area caratterizzata da condizioni climatiche e ambientali che hanno costretto l’uomo a lavorare da sempre con grande devozione: i rigidi inverni, l’importante escursione termica, le “gravine” e la foschia che spesso avvolge i vigneti, la vicinanza dell’antico vulcano vulture sono solo alcune delle caratteristiche di questo suolo che premia il duro e paziente lavoro della terra con frutti preziosi. le varietà presenti sono aglianico, chardonnay, cabernet sauvignon, fiano pugliese, moscato reale e nero di troia.

attraverso i 140 ettari di vigneti si giunge alla cantina, costruita secondo i canoni delle antiche masserie della murgia con la sua struttura “fortificata” e i luminosi muri bianchi in tufo.

insieme ai “tratturi” e ai muretti a secco, queste antiche residenze sono le poche testimonianze della presenza dell’uomo nell’area circostante dove, più che in ogni altro posto, la natura non si è lasciata vincere dall’urbanizzazione.

all’interno della masseria la barricaia. sormontata da un soffitto con volta a crociera, anche questa in tufo, contiene fino a 1000 barriques di rovere. dal secondo piano della struttura si gode un panorama mozzafiato: sulla collina si può ammirare il villaggio di minervino con le sue costruzioni in pietra bianca che riflettono i raggi del sole; ad ovest si scorge il vulcano vulture che veglia su tutto il territorio.